Picture of Simona Baseggio

Simona Baseggio

“Avvocato… novità?!?”

Scopri come migliorare la comunicazione con i clienti nel settore legale. Gestisci le richieste, soddisfa le esigenze e migliora la tua efficienza lavorativa.

“Avvocato… novità?!?”

Nel mondo legale, è comune vedere avvocati in gruppi di discussione lamentarsi di clienti insistenti che chiedono aggiornamenti a tutte le ore del giorno e della notte. Sono certa che molti di voi si sono imbattuti in situazioni simili, in cui il cliente sembra andare oltre i limiti stabiliti per la comunicazione professionale.

Tuttavia, invece di considerare questi comportamenti come fastidiosi o inappropriati, è importante vedere il quadro generale. Questi messaggi, non importa quanto indesiderati, sono in realtà feedback preziosi.

Nel mondo aziendale, le aziende hanno appreso l’importanza di mettere il cliente al centro delle loro operazioni. Questo approccio, tuttavia, sembra essere ancora in gran parte assente nel mondo professionale, soprattutto nel settore legale.

Voglio chiarire che non sto suggerendo di considerare il cliente come un re e di permettere che calpesti le nostre priorità. Piuttosto, sto suggerendo di considerare questi messaggi fastidiosi come segnali di un’esigenza insoddisfatta.

Se un cliente manda un messaggio alle 2 di notte chiedendo aggiornamenti, indica che ha un’esigenza di essere informato. Se questa esigenza si ripete costantemente, significa che non la stiamo soddisfacendo.

Invece di lamentarci di questi clienti ‘rompiscatole’, dovremmo cercare modi per soddisfare queste esigenze in modo che non interferiscano con le nostre routine di lavoro. Possiamo utilizzare i social media non solo per lamentarci del comportamento dei clienti, ma anche per cercare soluzioni e suggerimenti su come gestire meglio queste situazioni.

Una possibile soluzione potrebbe essere l’implementazione di un sistema di comunicazioni regolari. Per esempio, potremmo informare i clienti che verranno aggiornati su una particolare causa o questione una volta ogni due settimane. Questo può essere fatto attraverso un’e-mail automatica, che può essere programmata per essere inviata in un giorno e un orario specifici.

In questo modo, il cliente sa che riceverà un aggiornamento regolarmente e non sentirà la necessità di inviare messaggi a tutte le ore del giorno e della notte. Questo non solo allevia l’ansia del cliente, ma ci permette anche di gestire il nostro tempo e i nostri impegni lavorativi in modo più efficiente.

Ricorda, il cliente che ti manda messaggi alle 2 di notte non è il nemico. È semplicemente una persona che ha un’esigenza insoddisfatta. Il nostro compito come professionisti è di trovare un modo per soddisfare quell’esigenza senza compromettere la nostra qualità di vita o la nostra efficienza lavorativa.

In conclusione, concentrare la nostra attenzione sul cliente in modo sano e proattivo può portare a una maggiore soddisfazione del cliente e a un vantaggio competitivo nel lungo termine. Quindi, la prossima volta che ricevi un messaggio da un cliente a un’ora insolita chiedendo un aggiornamento, non considerarlo come un disturbo, ma piuttosto come un’opportunità. Un’opportunità per capire come potresti migliorare la tua comunicazione con il cliente, o come potresti soddisfare meglio le sue esigenze.

È importante ricordare che ci saranno sempre clienti difficili da gestire, ma la maggior parte delle persone sono ragionevoli e comprensive se si stabiliscono delle aspettative chiare e si rispettano.

Quindi, invece di reagire in modo negativo, cerca di vedere il problema da un punto di vista diverso. Considera che un cliente che chiede frequentemente aggiornamenti potrebbe essere un segno che ti stai costruendo una reputazione come un professionista affidabile e competente. Oppure, potrebbe essere un segnale che è necessario apportare dei cambiamenti nel modo in cui gestisci la comunicazione con i tuoi clienti.

Alla fine, l’obiettivo non dovrebbe essere quello di punire o rimproverare il cliente per il suo comportamento. Invece, dovremmo cercare di capire le loro esigenze e trovare il modo migliore per soddisfarle. Questo non solo migliorerà la nostra relazione con i clienti, ma migliorerà anche la qualità dei nostri servizi e il successo del nostro studio legale.

Nel mondo del diritto, come in qualsiasi altro settore, è fondamentale capire e soddisfare le esigenze del tuo “target”. Quindi, la prossima volta che ti trovi di fronte a un cliente che ti chiede costantemente degli aggiornamenti, invece di sentirti frustrato, considera questa come un’opportunità per migliorare e crescere come professionista.

Ricorda, ogni feedback è prezioso, anche se non viene espresso nel modo più appropriato o al momento più conveniente. Prendi questi feedback, impara da essi e poni in essere azioni migliorative 😉

Condividi

Chi Sono

simona baseggio

Sono una Commercialista specializzata in difesa fiscale e finanza agevolata. Credo nel difendere i contribuenti e nel facilitare l’accesso ai fondi europei. Valuto l’efficacia della comunicazione e cerco l’equilibrio nella vita.

Puoi seguirmi qui

La mia newsletter

Ti invio una volta al mese un concentrato di risorse utili su fiscalità, bandi e contabilità.

Ultimi post

Prima di andare via, ti suggerisco di leggere questi